venerdì 22 aprile 2011

Riso nel Latte

Vi è mai capitato di mangiare qualcosa per anni e pensare che sia un piatto che prepara solo la tua nonna (o mamma)? A me sì. Il Riso nel Latte è un qualcosa che evoca in me ricordi dolcissimi lagati alla mia infanzia: se chiudo gli occhi e torno con la mente a quando ero piccola e la mia nonna preparava questo piatto posso ancora avvertirne quasi l'aroma inconfondibile. Fate attenzione perchè non si tratta di un dolce come si può pensare, o meglio a casa nostra si mangia come piatto unico anche se dolce! 
La sorpresa più grande l'ho avuta qualche tempo fa quando a Bologna ha inaugurato un locale carinissimo (molto in stile francese) che fa parte di una catena in franchising (almeno penso) e si chiama "omelette & baguette": inutile dirvi che il menu è quasi esclusivamente a base di uova e pane! Dicevo della sorpresa: fra i dolci cosa leggo? Riso nel Latte! Ho guardato Andrea (che la prima volta che a casa mia ha visto preparare e poi mangiare questo piatto è rimasto alquanto basito!) e gli ho detto:" Non ci posso credere: hanno il riso nel latte! Hai presente quello che prepara mia nonna? Non credevo che qualcun'altro lo conoscesse!"
Ad essere onesta però non l'ho ordinato, ero tentata sì, ma temevo che mangiare questo piatto fuori dal contesto famigliare a cui sono abituata rovinasse un pochino quei ricordi ben custoditi nei cassetti della mia memoria.
Vi lascio la ricetta, che di per sè è davvero semplice, anche se raramente io lo preparo: preferisco di gran lunga, quando ne ho voglia, telefonare alla mia adorata nonna, "ordinarlo" a lei... e mangiarlo nella sua cucina (che è la stessa da 40 anni) mentre lei con dolcezza mi passa ancora la mano sui capelli augurandomi buon pranzo.

Ingredienti (per persona):
300 mL di Latte fresco;
5 cucchiai di riso;
scorza di limone;
pizzico di vanillina;
zucchero a piacere.

Procedimento:
Mettere sul fuoco il latte (fiamma molto bassa affinchè non si bruci il fondo) e portarlo ad ebollizione.
Aggiungere la scorza di limone e la vanillina (deve davvero essere un pizzico perchè si deve appena sentire l'aroma). Tuffare il riso e lasciare sul fuoco mescolando spesso, quasi di continuo, finchè il riso non è cotto. Se durante la cottura il latte dovesse asciugarsi troppo aggiungerne un pochino alla volta.
Servire caldo con zucchero semolato a piacere.

12 commenti:

  1. che bei ricordi che evocano le nonne... ne approfitto per lasciarti i miei auguri

    ciao

    Vale

    RispondiElimina
  2. Auguri anche a te Vale!!!!
    Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  3. Anche la mamma lo preparava spesso..quando torna mio fratello è l'unico piatto che le chiede di preparargli hihi..buono!!Buona Pasqua a te e famiglia

    RispondiElimina
  4. Io non conoscevo questa ricetta e visto che mio marito ama il riso, lo voglio provare! bella la tua nonnina dolce!

    RispondiElimina
  5. Che dire, questo post potrei averlo scritto io...idem. Me lo faceva sempre mia nonna, quando stavo da lei, era una delle mie richieste...

    RispondiElimina
  6. Io non l'avevo mai mangiato, fino a quando non sono diventata celiaca... poi l'ho scoperto e ho cominciato pure a sperimentare alternative... ora che mi ci fai pensare le devo rifare e postarle, perché sono una valida alternativa ai dolci col glutine!
    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  7. anche a me piace un sacco il riso nel latte, io prosaicamente mangiavo quello comprato, ma fatto in casa è tutta un'altra cosa... che tenerezza il racconto su tua nonna, se penso alle nonne mi commuovo...

    RispondiElimina
  8. Le ricette che nascono dal cuore, dai ricordi di persone care sono sempre più le più ricche di sapore e gusto :)

    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  9. Negli affetti più cari di ognuno di noi c'è quasi sempre la nonna, anch'io adoro le mie. Di cuore ti auguro una buona pasqua

    RispondiElimina
  10. Tantissimi auguri Dadà! :)

    RispondiElimina
  11. Le ricette della nonna sono sempre speciali! Mangiate al ristorante non hanno lo stesso sapore, hai fatto bene a non ordinarlo... Non avrebbe mai superato l'originale ;)

    RispondiElimina
  12. Ciao Dadà....non ti nascondo che anche la mia nonna preparava questo piatto veramente buono e ti devo ringraziare per avermi rinfrescato questo ricordo bellissimo. Mi piacerebbe tornare indietro, a quell'età della spensieratezza e dell'ingenuità, però è impossibile:-p! Vorrà dire che, per rivivere quei momenti, proverò la tua ricetta:-D un abbraccio!

    RispondiElimina

Lasciami un ricordo della tua visita: commenta il post!