lunedì 21 marzo 2011

Polpette!!


Le polpette sono un ricordo legato alla mia infanzia. Rammento bene che la mia nonna le faceva con tutto ciò che trovava in frigorifero: carne del bollito avanzata, pezzetti di mortadella, gambo del prosciutto, pollo, pane raffermo, odori vari. Tritava tutto con un apparecchio dell'epoca di Garibaldi , per rimane in tema di Unità d'Italia e che ancora utilizza nonostante noi nipoti qualche anno fa per Natale gliene abbiamo regalato uno nuovissimo e all'avanguardia; e formava queste palline che poi tuffava in litri di olio. Ovviamente se  le polpettte fritte non andavano finite venivano riproposte il giorno dopo immerse in un buonissimo sugo di pomodoro. Da mia nonna, oltre all'amore per la cucina, ho sicuramente preso la capacità di non gettare via nulla!!!!

Ingredienti (per circa 30 polpette):
800 gr di carne di manzo tritata fine;
200/250 gr di mortadella tritata fine;
3 uova;
6 chucchiai di parmiggiano reggiano grattuggiato;
pan grattato senza glutine (io mi trovo molto bene con il Pan Gratì della Schar)
sale e pepe q.b.

Procedimento:

In una capiente terrina mescolare assieme la carne di manzo tritata, la mortadella tritata, le uova intere, il formaggio grattugiato e 2 chucchiai di pan grattato. Aggiustare di sale e pepe (fate attenzione a non esagerare perchè mortadella e formaggio insaporiscono già bene il composto).
Far riposare in frigorifero circa mezz'ora ben coperto.
Coprire bene il fondo di un piatto con il pan grattato. Con il composto formare delle palline e passarle ad una ad una nel pane, disporle su un piatto e lasciarle in frigorifero coperte con pellicola trasparente sino al momento di cuocerle.


Cottura:
Un discorso a parte è sicuramente il metodo di cottura. Mia nonna e mia mamma generalmente le polpette le friggono in abbondante olio: per quanto io sia golosa e mi piaccia mangiare non amo particolarmente utilizzare la frittura come metodo per cuocere i cibi preferndo strade altrnative che non tolgano gusto ai piatti ma non facciano male alla salute!
In genere per cuocere le polpette preparo un sugo di pomodoro e ci metto dentro la carne, lasciando bollire il tutto a fuoco molto basso per circa un'ora e mezza. 
Il sugo lo preparo mettendo sul fondo di un tegame un pochino di olio di mais con del peperoncino sbriciolato e lo scaldo un paio di minuti. Aggiungo lentamente della passata di pomodoro (spesso uso la conserva di mia suocera), insaporisco con sale e pepe ed aggiungo un paio di bicchieri di acqua: quando il sugo prende il bollore adagio le polpette in modo che siano completamnte coperte dal sugo e lascio cuocere. A piacere si possono aggiungere i piselli.
Siccome di polpette sabato me ne sono venute molte metà le ho cotte al forno. Ho adagiato su una teglia ricoperta di carta forno le mie polpette e le ho cotte a 180 gradi per 40 minuti: risultato ottimo!



Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un ricordo della tua visita: commenta il post!